I robot sono una tecnologia consolidata in numerosi settori dell’industria, e a loro vengono affidate quelle attività ripetitive per cui non è strettamente necessaria l’esecuzione da parte di un essere umano (o quelle attività che gli esseri umani non vogliono più fare).

Il successivo passo evolutivo è rappresentato dall’intelligenza artificiale, grazie a cui i robot potranno prendere autonomamente delle decisioni consapevoli sulla base dei compiti a loro assegnati (un esempio è rappresentato dal settore emergente delle auto senza conducente).

Sebbene ci stiamo sempre più abituando all’idea che siano le macchine a produrre i prodotti che acquistiamo, stiamo progressivamente arrivando al punto in cui saranno le macchine a prendere delle decisioni al posto nostro. Siamo pronti per affidare la nostra vita nelle loro mani?

Nello specifico: vi lascereste operare da un robot chirurgico autonomo?

L’idea potrebbe risultare spaventosa, ma i ricercatori stanno già realizzando robot che permettono di eseguire interventi chirurgici in maniera autonoma, e sicura, come illustra lo studio realizzato dai chirurghi del Children’s National Medical Center di Washington.

L’equipe ha dimostrato per la prima volta che un robot autonomo supervisionato è in grado di svolgere procedure chirurgiche sui tessuti molli, ovvero ricucire un intestino di maiale durante un intervento a cielo aperto, ed è in grado di ottenere risultai migliori rispetto ad un chirurgo umano.

“Questa nuova tecnologia, elegante ed intelligente, darà indicazioni su come eseguire una procedura chirurgica in maniera ottimale”, ha dichiarato Peter Kim, chirurgo e project leader del progetto Smart-Tissue Autonomous Robot (STAR). “L’obiettivo non è quello di sostituire i chirurghi di domani, ma fornire esperienze collettive su come le cose dovrebbero essere fatte.”

Kim sostiene che questa nuova generazione di robot potrà garantire a tutti i pazienti le migliori cure possibili, indipendentemente da quale chirurgo è disponibile nel momento del bisogno. “Non sarebbe bello ogni volta e in ogni luogo dove sia necessario un intervento chirurgico, questo sia realizzato dal miglior chirurgo?”

“Gli attuali strumenti (di chirurgia robotica) sono delle semplici estensioni dell’operatore”. Kim ritiene che il progetto STAR potrà migliorare ulteriormente fino ad arrivare ad affidare al robot le parti più di routine di una procedura chirurgica, lasciando così che il chirurgo si possa concentrare sui passaggi più critici e impegnativi.

Would you let a robot perform your surgery by itself?, Meera Senthilingam (CNN)